Sala Stampa

Stefano De Massimi: "La Vjs non ha nè tempo nè voglia di rallentare"

00000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

L'intervista a Stefano De Massimi dopo la vittoria contro La Setina (4-0)


Mister De Massimi, si torna in campo con una rotonda vittoria. Che partita è stata?

Dopo queste domeniche di sosta finalmente siamo tornati a giocare una gara ufficiale e a riassaporare la nostra corsa in campionato che come spiega questo 4-0 non ha nè tempo nè voglia di rallentare. L'obiettivo contro il Sezze era di centrare i tre punti e questa ventesima vittoria stagionale è arrivata con pazienza, cercando più qualità di gioco che intensità vista la temperatura e il campo asciutto che di certo non premia lo scorrimento della palla.

La Vjs Velletri è apparsa un po’ più sotto tono dal punto di vista della manovra, ma ha ben compensato con il ritrovato cinismo sotto porta. È quello che avevi chiesto ai ragazzi?

Bisogna sempre adattarsi all'avversario che ti trovi davanti o alle condizioni del campo o della giornata. Domenica poi è stata estremamente calda. I ragazzi sono stati molto intelligenti, soprattutto nel secondo tempo, nel variare il modo di attaccare la loro difesa posizionata negli ultimi 18 metri cercando di tirarli fuori utilizzando un minor numero di tocchi e creando infinite linee di passaggio per premiare i movimenti in verticale.

Mancano ancora tre partite alla fine del campionato, i rossoneri sono pronti per il rush finale?

Certamente la Vjs Velletri ha molto ancora da chiedere e da scrivere in questa stagione. L'aspetto mentale gioca a nostro favore, ponendoci sempre obiettivi da andare a prendere a cui poi affiancare magari i nomi di una rosa che è felice di scendere su ogni campo per dare e raggiungere il massimo livello di competitività senza mai snaturare l'orchestra che personalmente difendo e mi piace vedere e continuare a migliorare. L'obiettivo di un atleta e di conseguenza di un team è proprio non accontentarsi mai. Oa questa squadra è una macchina bella, pulita, luminosa su cui tutti vorrebbero salire e questo rimane un vanto e un privilegio.

Domenica trasferta contro il Real Aprilia, una delle formazioni che più ha ben figurato, all’andata, allo “Scavo”…

Mi aspetto una bellissima gara contro il Real Aprilia. All'andata proprio contro di loro abbiamo giocato la partita più difficile dell'intero campionato allo "Scavo", dove solo un finale per cuori rossoneri veri ha regalato una grandissima vittoria a noi e un mare di complimenti da parte mia a mister Martino, allenatore giovane, preparato e persona educata e educativa che in questa stagione ha mostrato sempre intuizioni non comuni. Aspetto naturalmente con piacere l'apporto dei tifosi e posso aggiungere con serenità che i 64 punti che portiamo in dote in classifica tutti sudati in partite vere non ci bastano. Il gruppo, ed io con loro, cerca di prendere ancora tutto quello che ci sarà permesso di prendere, continuando a mietere lavoro quattro volte a settimana nel segno dell'appartenenza sincera a questa maglia, nel segno del gioco, nel segno della nostra identità e orgoglio...

Visite

0601945
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Scorsa Settimana
Questo Mese
Scorso Mese
Totali
226
966
3305
3696
10662
24539
601945